La terza fatica letteraria di Gino Centofante, il giovane scrittore di Pontecorvo

Standard

 10491975_800823859951757_4879781615729926191_nIl ventiduenne, dopo la pubblicazione delle due raccolte poetiche, ‘Graffi’ in e-book e ‘La guerra degli amori distanti’ in versione cartacea, sta già lavorando al suo terzo libro, che come afferma lui stesso “Non consisterà solo in una raccolta di poesie, ma ci saranno anche altre novità!”. La passione per la scrittura lo ha reso recensore, scrittore, giurato di concorsi di poesia, narrativa e aforismi; vincitore due volte consecutive del Concorso ‘Pari e Diversi’ indetto dall’Università degli studi di Cassino, finalista del Premio internazionale di Poesia ‘Otto milioni’ e curatore di antologie poetiche. “La passione per la scrittura, c’è da sempre, fa parte della mia vita. Devo molto però alla lettura che mi ha formato, migliorato. Mi ha portato a una maggiore consapevolezza nell’uso della parola, capacità imprescindibile per ogni scrittore” ha affermato lui stesso. I soggetti dei suoi libri nascono dalla quotidianità nella quale molti possono rispecchiarsi “C’è sempre un po’ di chi scrive in ciò che scrive.” Così infatti, le poesie contenute in ‘Graffi’, in versione e-book  pubblicato nel 2012 sono di facile percezione empatica grazie alla caratteristica della naturalezza ed essenzialità. Empatia costante anche nel secondo libro, ‘La guerra degli amori distanti’,pubblicato a novembre del 2013, che si apre alla lettura come lo sguardo di un osservatore su una folla di persone raccolte in una piazza della quale l’autore raccoglie l’essenza, distillandola poi in versi.

Non nega però la presenza della fantasia in ciò che scrive: “La fantasia può aiutarci a conoscere parti nascoste di noi, forse prima non immaginate. Io ho deciso di conoscere me e gli altri attraverso la scrittura e posso dire che non tornerei affatto indietro: niente è più come prima, guardo il mondo con maggiore consapevolezza.”
Non resta che aspettare la pubblicazione del terzo libro che avverrà prossimamente per scoprire le novità di cui ci ha parlato l’autore ma sulle quali non ha voluto rivelare altro, lasciando così ai lettori il gusto della sorpresa.

Di Marina Mulattieri