LIBRI: YOSHIMOTO

Standard

9788807880865_quarta.jpg.448x698_q100_upscaleTsugumi (Tugumi) è il quarto romanzo dell’autrice giapponese Banana Yoshimoto, scritto nel 1989 ed edito in Italia da Feltrinelli. Tsugumi parla di un’estate che un gruppo di ragazzi trascorrerà per l’ultima volta perché la pensione dove abitavano verrà chiusa a causa della costruzione di un nuovo albergo del padre di Kyoichi, il nuovo amico e così Tsugumi Yoko e tutta la famiglia si trasferiranno alla fine dell’estate. La protagonista del romanzo è Maria, una ragazza candida e semplice, che ritorna al suo paese natìo da Tokyo. Durante il soggiorno estivo nella località marittima trascorre il suo tempo nell’albergo degli zii con le sue due cugine: Tsugumi e Yoko. Tsugumi è una ragazza particolare, di salute molto cagionevole, e ha un carattere impossibile: “Tsugumi era cattiva, maleducata, sboccata, capricciosa, viziata, sleale. Godeva nel dire alle persone, senza mezzi termini, con dovizia di particolari e con un tempismo perfetto, quello che li faceva arrabbiare di più. Era proprio una serpe”. Maria è una delle poche persone che riesce a penetrare nella sua scorza e ad arrivare al suo cuore. Nel romanzo accadono diverse vicende che coinvolgono le tre cugine e il cane dei loro vicini, Pochi, oltre ad un nuovo abitante del paese. Non so, non riesco proprio a entrare molto in sintonia con questa scrittrice, la scrittura è piatta, mai un sussulto particolare, mai un colpo di scena..come sempre ritornano temi a lei cari, come il mare e l’amicizia, oltre che il ricordo, ma questo non basta per riuscire a farmi apprezzare l’ennesimo libro che è scritto anche bene, ma rimane lì, non ti smuove, ti lascia indifferente.