LIBRI: MONALDI&SORTI

Standard

image_bookImprimatur è il primo romanzo scritto da Rita Monaldi e Francesco Sorti, edito da Mondadori per la prima volta nel 2002. Il romanzo ebbe immediatamente un grande successo, piazzandosi al quarto posto nella classifica dei libri più letti del Corriere della Sera. A tutt’oggi è tradotto in 20 lingue straniere e pubblicato in 45 paesi. In Italia, però, poco dopo la pubblicazione della terza edizione il libro scomparve e non fu più pubblicato. Ambientato nella Roma del 1683, durante un periodo intriso di avvenimenti: la peste incombe sull’Europa, i Turchi assediano Vienna, Luigi XIV domina la scena politica, papa Innocenzo XI che tenta di moralizzare la città di Roma ed i romani, la famiglia Odescalchi (del papa stesso) che presta denaro ad usura agli Olandesi e Guglielmo d’Orange, statolder dei Paesi Bassi, protestante, che muove guerra al papa. Personaggi storici accattivanti come l’abate Atto Melani e Nicolas Fouquet, e citazioni attinte a piene mani da documenti dell’Archivio segreto vaticano, mescolate alla ricerca spasmodica di un’arma segreta e di una fantomatica verità sulla morte di Fouquet, fanno di questo libro un mixer esplosivo. Poco dopo la pubblicazione il libro, edito da Mondadori, gli autori denunciarono un boicottaggio dalle case editrici italiane le quali, su presunta pressione vaticana, che non avrebbe gradito la pubblicazione di fatti storici riguardanti le trame di papa Innocenzo XI, ne evitarono la ri-pubblicazione nonostante il successo conseguito. Il libro è attualmente pubblicato in italiano dall’editore olandese De Bezige Bij. Il libro secondo me è più un’inchiesta/reportage sulla figura di Innocenzo XI che un vero e proprio romanzo, troppo sia per gli infiniti intrecci sia per i dettagli storici. Consigliato per chi voglia fare approfondimento, null’altro.