LIBRI LETTI: SCHMITT

Standard

Il-vangelo-secondo-Pilato

Vangelo secondo Pilato è un romanzo dello scrittore e drammaturgo francese Éric-Emmanuel Schmitt, pubblicato nel 2000.
Il romanzo narra gli ultimi giorni della vita di Gesù, attraverso il suo stesso sguardo e narra le settimane immediatamente successive alla sua crocifissione attraverso lo sguardo del Prefetto romano Ponzio Pilato.
Prima parte. Dopo l’Ultima Cena, nel giardino di Getsemani, Gesù riflette sulla sua vita e agli ultimi momenti del suo percorso. Pensa soprattutto a quello che accadrà il mattino seguente, quando i soldati verranno ad arrestarso. Il piano che ha pensato assieme a Giuda Iscariota per far conoscere a tutti la parola di Dio avrà inizio. Ma Gesù dubita: è veramente lui il figlio di Dio?
Seconda parte. Il prefetto romano, Ponzio Pilato, spiega con delle lettere a suo fratello come ha condotto la missione di rintracciare il cadavere di un crocifisso di nome Gesù di Nazareth, la cui sparizione mette in agitazione i giudei e la stessa moglie di Pilato che è stata convertita da questo profeta.
Bella la prima parte, soprattutto per l’evoluzione della figura di Gesù, la seconda meno anche se dà voce a un personaggio di cui si parla sempre poco: Pilato. Il difetto di questo libro è forse l’estrema razionalizzazione, o il tentativo di spiegare tutto logicamente in uno scenario dove la razionalità e la logica centrano veramente poco.