LIBRI LETTI: ROTH

Standard

978886621309GRA

È il 1951 in America, il secondo anno della guerra di Corea. Marcus Messner, un giovane serio, studioso e ligio alle leggi, di Newark, New Jersey, sta cominciando il secondo anno di università in un campus rurale e conservatore dell’Ohio: il Winesburg College. Perché ha deciso di frequentare il Winesburg invece del college della sua città, a cui si era inizialmente iscritto? Perché il padre, il risoluto e laborioso macellaio del quartiere, pare impazzito: impazzito per la paura e l’apprensione di fronte ai pericoli della vita adulta, ai pericoli del mondo, ai pericoli che vede incombere a ogni angolo sul suo amato figliolo. Come spiega al figlio la longanime madre messa a dura prova dal marito, è una paura che nasce dall’amore e dall’orgoglio che il padre prova per lui. Ciò non toglie che Marcus covi una rabbia troppo grande per poter ancora sopportare di vivere con i genitori. Li abbandona e, lontano da Newark, nel college del Midwest, si deve districare fra le consuetudini e le repressioni di un altro mondo americano. Un ragazzo diviso tra quello che i genitori vorrebbero per lui – che lo portano a scappare da casa, per frequentare un’università lontana –, e ciò che la vita gli porta dinnanzi: Olivia. Da questo incontro ogni certezza di Marcus – ragazzo sempre impeccabile sotto ogni punto di vista –, viene meno, tantoché litigherà con i suoi compagni di stanza, i suoi genitori, il decano dell’università…errori su errori, di proporzioni sempre più grandi. Ma Marcus ha trovato nient’altro che il coraggio di ‘indignarsi’ a quei dettami troppo stretti che i genitori volevano relegare per lui per il resto della sua esistenza, e capire che a volte lo splendore del sogno americano non è altro che una brutta bolla perfetta, che non ha niente a che vedere con la realtà, con la vita vissuta.