LIBRI LETTI: FALETTI

Standard

La-piuma-Giorgio-Faletti

«Eccola lì, candida sul candore della sua ignoranza, soffice e leggera come un’idea, perfetta come solo la casualità può essere».

Un’opera postuma dell’autore, Giorgio Faletti, scomparso a Luglio del 2014 prematuramente, un’opera che non può essere definita un romanzo, ma più una favola per adulti e piccini che vede protagonista una piuma. «Seguiamo una piuma mentre traccia il suo percorso invisibile nel cielo, la vediamo posarsi sul tavolo dove il Re e il Generale definiscono i piani di battaglia per la conquista del Mondo, noncuranti di chi poi dovrà combatterla; ascoltiamo insieme a lei i tentativi del Curato di intercedere a favore dei contadini con il Cardinale privo di fede; attratti da una dissonante melodia volteggiamo dentro al Teatro, per assistere allo spettacolo meraviglioso e crudele della Ballerina dal cuore spezzato: il suo volo ci porterà a conoscere altri sventurati personaggi, finché la piuma non incontrerà lo sguardo dell’unico che saprà capire quello che nessuno prima aveva compreso».
Una favola che esorta il lettore ad avere più consapevolezza, a dare più importanza alle cose apparentemente insignificanti della vita – perché come una piuma che si libra nell’aria, alle braccia del vento – così le piccole cose, di cui spesso non ci accorgiamo, possono portarci a guardare le cose, il mondo, i suoi elementi con rinnovata bellezza, e nuove prospettive.
Di pregio le tavole illustrate da Paolo Fresu che corredano il testo.