LIBRI LETTI: COLERIDGE

Standard

download

I tocchi della passione

«Non posso rifiutarmi la soddisfazione di informare quei lettori cui il poema è piaciuto, almeno in parte, che debbano in qualche modo a me il loro piacere; perché era desidero dell’Autore sopprimerlo. Questo desidero era sorto dalla coscienza dei difetti del poema, e dalla consapevolezza che a molte persone era dispiaciuto. Il poema del mio Amico ha, in verità, grandi difetti; primo dei quali, che il personaggio principale non ha un carattere distinto, né nella sua professione da Marinaio, né nella sua qualità di persona che, essendo stata a lungo sotto il controllo di impressioni soprannaturali, dovrebbe partecipare di qualcosa di soprannaturale; secondo, che non agisce ma è perpetuamente agito; terzo, che gli eventi non hanno fra loro una connessione necessaria, e non si producono l’un l’altro; infine, che le immagini sono accumulate in modo troppo laborioso. Tuttavia il poema contiene molti delicati tocchi della passione, e, in verità, la passione è ovunque fedele alla natura. Molte stanze presentano immagini belle, e sono espresse in una lingua insolitamente felice; e la versificazione, sebbene il metro sia di per sé inadatto a poemi lunghi, è armonioso e variato con abilità, così da esibire le massime possibilità di quel metro e ogni variazione di cui sia capace. Mi è perciò sembrato che questi molti meriti (dei quali il primo, quello della passione, è della più alta specie) conferissero al poema un valore che spesso non possiedono poemi migliori. In considerazione di ciò, ho chiesto al mio Amico di consentirmi di ripubblicarlo».

– William Wordsworth, dall’edizione del 1800 delle Lyrical Ballads