LIBRI: GALBRAITH ALIAS ROWLING

Standard

Il-richiamo-del-cuculo- cover copertina-700x1050Quando una top model, celebre e tormentata, precipita dal balcone del suo attico a Mayfair nessuno dubita che si tratti di un suicidio. L’unico a non crederci è suo fratello che decide di rivolgersi a Cormoran Strike per far luce sul caso. Strike è un reduce della guerra  in Afghanistan, dove è stato ferito  nel corpo e nello spirito, e la sua  vita è nel caos. Il nuovo incarico gli dà un po’ di respiro, ma a caro prezzo: più si immerge nel mondo complesso e spietato della modella, più la vicenda diventa oscura e densa di pericoli… Un caso editoriale, che per me si è rivelato un flop, cioè la scrittrice voleva provare a pubblicare un libro sotto pseudonimo per vedere se i lettori apprezzassero veramente la sua scrittura – in questo modo anonima – e non il nome, che ormai l’ha resa celebre, e una delle dieci donne più ricche d’Inghilterra. Ebbene sì, l’esperimento non è riuscito propriamente, gli editori hanno accolto tiepidamente questo nuovo libro, di questo scrittore sconosciuto (cioè lei), e solo dopo aver rivelato questo giochetto di false identità il libro ha fatto il vero boom di vendita (per il nome, e non per la sua scrittura, in verità). La storia non è per nulla originale, il detective Strike reduce di guerra, è ormai un detective privato, e si trova a far chiarezza sul caso di morte della modella Lula Landry, tutto gira attorno al mondo della moda, che si sa come tutti i mondi in cui conta l’avanzamento di carriera e il primeggiare sempre sugli altri, è pieno di invidie, di scorrettezze, perversioni. Belle le ambientazioni, ma vari sono i cliché (vedasi già la caratterizzazione di Cormoran Strike) in cui la Rowling ricade, nonostante ciò, però è una lettura godibile, e senza pretese, non so, forse, era meglio che restava sul fantasy.

Il senso del titolo è dato da Lula detta Cuckoo, che dovrebbe rappresentare il carattere del cuculo, uccello che è noto per la sua peculiare caratteristica del parassitismo di cova. (La femmina di questo animale, infatti, depone un uovo solo nel nido di un ospite. Quando il piccolo cuculo sguscia presto fuori dall’uovo, si sbarazza delle altre uova del nido e si fa accudire in esclusiva dai genitori adottivi).