LIBRI: COOPER

Standard

dannati-glenn-cooper-coverSiamo a Londra in una laboratorio di fisica, precisamente nel MAAC che si contrappone sia per conformazione – tunnel sotterraneo – sia per ambizione – che tenta di superare con ulteriori scoperte – al famoso laboratorio svizzero del CERN. Il punto focale su cui si stanno dibattendo i più famosi fisici del tempo è la ricerca e la dimostrazione dell’esistenza dei gravitoni e entanglement quantistici. La responsabile di questo progetto è Emily Loughty che nel momento di un primo di tentativo per verificare o meno l’esistenza degli elementi della ricerca su cui stanno lavorando, per un imprevisto, si trova in un millisecondo in un altro mondo, disorientata e confusa, mentre nel laboratorio invece compare un altro uomo dall’aria strana, con una puzza immonda, con un forte istinto di ribellione. Questo uomo dopo varie ricerche si saprà che è un serial killer, che fu impiccato nel 1949. Come mai questo scambio d’identità? L’unica soluzione che i colleghi riescono a trovare per porre rimedio a questa tragica situazione è aprire un varco spazio-temporale tra il nostro mondo e un mondo altro (da dove è venuto l’uomo con indole assassine). Un mondo che si scoprirà non è essere come gli altri: «Quel mondo – che si chiamasse Oltre, come le avevano detto Dirk e Duck, o Inferno – doveva essere una specie di dimensione parallela con un proprio sistema di bizzarre regole fisiche». Un mondo dove ogni elemento di temporaneità viene annullato, un mondo dove sono imprigionati tutti i Dannati, che non possono morire, ma devono sopportare la lenta agonia di questa sopravvivenza, fatta di tante scorrettezze, di attacchi imprevisti, dove – come nel mondo moderno – solo il più forte più dettare la legge, e sottomettere tutti gli altri uomini. Dove le donne sono puro oggetto di piacere, e merce preziosa. «L’Inferno ha tutte le risorse naturali della Terra, ma difetta del suo capitale intellettuale. Qui, la civilizzazione stenta a progredire». Un mondo dove si incontreranno tante personalità di spicco del panorama italiano e non solo, che aiuteranno e inganneranno a seconda della convenienza John Camp, l’uomo amato da Emily che ha deciso di immolarsi e di entrare anche lui nell’universo parallelo alla ricerca della sua amata, per riportarla in salvo. Con gli occhi avidi di sapere il lettore si troverà davanti una toponomastica del tempo, la Britannia guidata da Enrico VIII, gli Iberici sotto la guida del duca di Olivares, L’Alemagna guidata dal truce Barbarossa che ha come vice-cancelliere Heinrich Himmler, una Russia guidata da  Stalin, la Gallia sotto il potere di Alessandro, che non è nient’altro che Robespierre, e un’Italia guidata da Garibaldi dopo aver spodestato Cesare Borgia, che porterà alla luce una delle parti – secondo me – più avvincenti e lodevoli del romanzo: «[…] Sono impaziente di cambiare il nostro mondo. Vedete, questo è un luogo straordinario, perché tutti i dannati hanno abbandonato ogni speranza. La popolazione si divide in due categorie: padroni e servi. L’unica differenza è che i primi hanno la possibilità di trascorrere un’esistenza più comoda dei secondi. Ma la verità è che tanto gli uni quanto gli altri non hanno più nessuna speranza. Le gioie della vita familiare, la possibilità di costruire un futuro migliore per le nuove generazioni, la volontà di perseguire nobili ideali, la convinzione che la morte possa almeno alleviare le sofferenze della carne, il conforto della fede…Tutto ci è negato.» Questa avventura ha un tempo limite di tre settimane, quindi i protagonisti oltre alle continue peripezie dovranno affrontare anche una battaglia contro il tempo; superbe sono anche le descrizioni dell’artiglieria del tempo, e degli aneddoti strategici che sorreggono le sorti dei vari regni, e che nel giro di una notte posso completamente cambiare. Sembra proprio di assistere ed essere partecipi ad una partita di Risiko, con dentro però oltre a tattiche militari, strategie, rifornimenti, anche tanta passione, tanti sentimenti, tanta animosità. C’è tutto in questo romanzo, avventura, amore, colpi di scena, tensione narrativa, ricostruzione storica, e mi vien da dire: per fortuna che è il primo di una nuova trilogia!

Glenn Cooper presenta il libro: http://www.youtube.com/watch?v=DeLfoZNfHZo