FILM

Standard

images1

Magnifica presenza è un film del 2012 diretto da Ferzan Özpetek. Il film ha ottenuto otto candidature ai David di Donatello 2012 e nove ai Nastri d’argento 2012. A Roma, nel 2012, Pietro è un giovane pasticciere gay, pieno di fissazioni, che ha deciso di lasciare Catania e di trasferirsi nella Capitale, dove abita sua cugina Maria, per seguire il proprio sogno di diventare attore. Tra provini e delusioni, Pietro trova casa in una palazzina del quartiere romano di Monteverde. Con suo iniziale terrore, Pietro scoprirà che la casa è abitata da un gruppo di fantasmi, che in seguito scoprirà essere una compagnia di attori tragicamente morti proprio in quella casa. Pietro instaurerà con questi particolari personaggi un saldo rapporto di amicizia, e la loro solidarietà gli permetterà di affrontare anche momenti difficili. Per riconoscenza, anche Pietro cercherà di aiutare gli attori della “compagnia Apollonio” a liberarsi dal legame con il loro passato: riuscirà così a scoprire che, durante la seconda guerra mondiale, gli attori lavoravano segretamente per la Resistenza ed erano stati traditi proprio dalla prima attrice della compagnia, Livia Morosini, che fino ad allora avevano creduto essere stata loro compagna. Finalmente liberi dalla loro maledizione, gli attori potranno mettere in scena al teatro Valle di Roma la loro commedia, avendo come unico spettatore proprio Pietro, l’unico che ha il “dono” di vederli. Diverso dai suoi precedenti, interessante l’intreccio tra finzione e realtà. Interpretazioni davvero di alto livello. Mi viene da fare una riflessione: tante volte la realtà non è quel che sembra.